Expoedile Pescara 2016

Nelle giornate dell’Expo Edile di Pescara, tenutosi dal 13 al 15 maggio 2016, con il patrocinio del PHI Italia, sono stati condotti nei primi due giorni una serie di incontri di formazione sulle nuove tecniche costruttive in edilizia sia per edifici nuovi che esistenti. Nella prima giornata, infatti, il focus è stato rivolto sugli edifici ad altissima efficienza energetica sottolineando la necessità di seguire un protocollo di progettazione, basato su una prima fase di analisi e calcolo dell’edificio da realizzare con una successiva attività di controllo da eseguire in cantiere. La novità assoluta è stata la presentazione dell’utilizzo del software di calcolo Wufi Pro Passive 3.0, che consente di eseguire particolari calcoli che con i precedenti software non era possibile eseguire come il calcolo multizona, il calcolo dinamico in condizioni critiche od il calcolo delle schermature solari. Di conseguenza, le potenzialità di utilizzo di questo software sono state presentate con il progetto di un edificio multi residenziale in fase di costruzione a Fidenza, da parte dell’impresa Montanari Costruzioni. I progettisti che hanno condotto tale lavoro sono Marco Boscolo e Samuel Buraschi. Altra novità del primo giorno dell’Expo Edile è stata la presentazione da parte di Gunther Gantioler del nuovo protocollo di certificazione identificato con il nome Active House, già presente in gran parte d’Europa compreso ed ora in Italia. Il sistema Active House rappresenta un concetto olistico di comfort abitativo il cui focus si rivolge su tre aspetti importanti: la qualità della luce diurna, l’efficienza energetica e la sostenibilità dei componenti impiegati nel processo edilizio. Inoltre, le caratteristiche intrinseche dell’edificio sono riassunte da un grafico circolare definito “Radar”. La novità del presente protocollo di certificazione è la semplicità di compilazione del software che definisce la qualità dell’edificio consentendo a qualsiasi progettista, dopo un breve periodo di training, di gestire una certificazione Active House.

Case Passive - Expo Edile a Pescara-www.PHI-Italia.it

Nella seconda giornata di seminari è la volta delle università con la partecipazione iniziale dell’Università di Camerino, il cui argomento è stato la riqualificazione energetica degli edifici con una particolare attenzione al tema dell’edilizia alberghiera. Gli argomenti sono stati trattati dagli architetti Viviani e Iommi. Mentre, il secondo intervento, da parte del Prof. B. Di Rico, dell’Università La Sapienza Roma, ha messo in evidenza l’importanza dell’efficienza energetica combinata con i modelli di pianificazione urbana in vista dei cambiamenti climatici. Dopo la parentesi accademica è stato dato spazio agli altri temi legati all’edilizia a consumo quasi zero ponendo la dovuta attenzione alle nuove tecniche costruttive di edifici ecologici con l’intervento di Ursini Casalena, Trisi e Di Felice. Dopo il passaggio sugli edifici ecologici l’attenzione è stata rivolta alla certificazione Leed ed ai suoi campi di utilizzo in Italia, la cui relazione è stata condotta da De Cinque Pietro. Infine, la giornata si è conclusa con l’intervento dell’impresa pescarese “Lamante Costruzioni”, esperta nel campo della realizzazione di edifici ad altissima efficienza energetica ed ha spiegato i vantaggi di adottare i nuovi protocolli costruttivi per la realizzazione di edifici N.Z.E.B. a seguito dei recenti cambiamenti normativi.

Case Passive - Expo Edile a Pescara_b-www.PHI-Italia.it